Archivi categoria: Agricoltura

parmigiano reggiano

Amo il Parmigiano Reggiano: voglio che continui a essere buono e sano

Durante la seduta del Consiglio Comunale del 19 novembre 2013 il consigliere Buzzi e altri colleghi hanno presentato un Ordine del Giorno (ODG) che chiede il sostegno del Comune all’iniziativa per ottenere il “Patrimonio mondiale immateriale” da parte dell’Unesco per il territorio di produzione del Parmigiano Reggiano.

parmigiano reggiano

Meno male quindi che qualcuno si è ri-svegliato. Buzzi mi ricorda un moderno Siddharta che “schiuse gli occhi e si guardò intorno (…) come un uomo che sa quel che ha da fare.”

I prodotti tipici di Parma e provincia sono universalmente noti e rappresentano un immagine nel mondo di bontà, genuinità, salute e di ambiente sano. Come sia possibile che personaggi politici nostrani possano sostenere il Parmigiano Reggiano e un inceneritore a Parma, risulta per me un mistero. Ricordo che gli inceneritori sono stati  inseriti a suo tempo nell’elenco delle industrie insalubri di classe 1 del DM 05/09/94. Si tratta quindi di impianti che inquinano “maledettamente”.

Noi del MoVimento 5 Stelle Parma appoggiamo ogni iniziativa che aiuti la città a tutelare la genuinità dei prodotti alimentari tipici della nostra zona. Proprio per questo abbiamo sempre osteggiato ogni forma di inquinamento inutile che vada  a danneggiare il buon nome della Food Valley.

Il territorio e l’ambiente di Parma devono essere tutelati non solo per i prodotti tipici ma anche per la salute e per il futuro di noi e dei nostri figli.

Ritengo inaccettabile infatti l’aumento del rischio per la salute e per la qualità dei nostri  prodotti a fronte di ulteriori dosi di inquinanti immesse a norma di legge in una delle città fra le più inquinate d’Europa e sicuramente la più inquinata dell’Emilia Romagna.

Parma a ottobre ha sforato quasi quotidianamente  il limite di 50 µg/m3 di aria dei Pm10. Dal 18 ottobre 2013 Parma è praticamente prima in regione  in questa triste classifica.

Ora se l’ambiente è l’ossatura morale di Parma, se l’agricoltura e i prodotti tipici rappresentano una identità profonda del territorio di Parma allora, quando si parla di promozione del “Patrimonio mondiale immateriale” e si parla di immagine e di marketing, ma di cosa stiamo parlando? Dobbiamo agire invece in un intero contesto di tutela dell’ambiente, di tutela dell’agricoltura, di tutela dei prodotti tipici ma soprattutto di tutela della salute e del benessere dei cittadini.

Se non si opera davvero per tutelare l’ambiente allora parliamo di aria fritta anzi di aria alla diossina e penso che senza un impegno forte da parte di tutti, la proposta di chi pensa all’immagine e al marketing sia decisamente inadeguata e legata a un senso di ingiustizia ambientale.

Riusciamo a vedere la dicotomia di chi è per la tutela del territorio di Parma e dei suoi prodotti tipici, e chi è per impianti altamente inquinanti, anche se nel rispetto dei limiti di legge?

Quindi o ci svegliamo tutti insieme o dovremo renderci conto che siamo tutti “morti”.

Fabrizio Savani 
cons.savani@comune.parma.it

MoVimento 5 Stelle Parma

Consumo_suolo

I misfatti di Bernazzoli per l’agroalimentare

Dopo le proposte annunciate dal candidato Bernazzoli in occasione di CIBUS ci fa piacere elencare le azioni, in verità non troppo coerenti con questi ultimi proclami, che ha portato avanti in questi anni alla guida della Provincia di Parma. Continua a leggere

6 E 7 MAGGIO: FACCIAMOGLI VEDER LE STELLE

E’ arrivato il momento di osare, di dare una svolta vera a questa città. Continua a leggere

spa-vs-merc

Più economia locale e meno SpA

Il candidato Sindaco, Federico Pizzarotti, critica le scelte che hanno favorito principalmente la GDO Continua a leggere

  • mercato